venerdì 29 giugno 2012

Project X

Project X s' inserisce in quel filone di film che fotografa i momenti topici del percorso di riconoscimento sociale dei maschi americani, quali le confraternite dei college (vedi Old School) o l' addio al celibato (vedi Una notte da leoni). Non per niente X è prodotto da Todd Philipps, regista degli altri due, e bisogna dire che l' influenza si nota pesantemente.
La struttura qui è quasi un calco di quella della serie The Hangover (Una notte da leoni): un pugno di amici che cercano divertimento in maniera trasgressiva, con il progressivo peggiorare della situazione fino a metterli davanti a problemi a dir poco surreali.
Ed è questo fondamentalmente che piace di questi film, e che mi è piaciuto soprattutto in questo (personalmente trovo Una notte da leoni sopravvalutatissimo. Simpatico, per carità, ma manca di quei momenti in cui ti tieni la pancia dal ridere, cosa che qui abbonda): la capacità di sorprendere costantemente lo spettatore mettendo i protagonisti di fronte a situazioni ridicole, paradossali, da cui sembra impossibile uscire.
Certo, forse il finale è un pò accomodante, specie dopo tutto l' inferno che succede (gli ultimi 20 minuti di festa sono apocalittici), ma ci sta, dai.

Nessun commento:

Posta un commento

Ti potrebbe interessare:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...