sabato 26 marzo 2011

"Enrico di Ofterdingen", di Novalis

Più che un romanzo, un manifesto letterario, un pò come lo fu I dolori del giovane Werther, che da solo praticamente divenne icona di un movimento (lo Sturm und Drang), qui Novalis maschera dietro un romanzo dai contenuti in parte autobiografici quelli che saranno molti dei dettami e della cultura del romanticismo, specificatamente la Fruhromantik (ossia il periodo iniziale del romanticismo tedesco). Questo si traduce in un testo che molti potrebbero trovare poco scorrevole, forte delle lunghe digressioni filosofiche che occupano interi capitoli (in cui gli eventi della trama sembrano essere poco più che un collante tra quelle); ma se saprete interessarvi a tali contenuti, se saprete assaporare la poeticità dello stile di scrittura, potreste scoprire una perla a tutti gli effetti.

Nessun commento:

Posta un commento

Ti potrebbe interessare:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...