lunedì 21 giugno 2010

xxxHOLIC - Recensione

Watanuki ha il potere di vedere gli spiriti, nonché d' interagire con loro. Ma tale abilità non lo rende felice, poiché è costantemente perseguitato da qualsiasi entità sovrannaturale nei paraggi.
Un giorno, però, si sente attratto irresistibilmente da un' antica casa, dove viene accolto da Yuuko, sensitiva che accetta di liberarlo dal suo "dono" in cambio della sua servitù. Così Watanuki si ritrova a lavorare come governante nel suo negozio, specializzato nell' esaudire i desideri delle persone.

Lo devo dire, mi dispiace per xxxHOLIC, perché secondo me è un' occasione sprecata. I personaggi ci sono, il contesto pure, la grafica non è male e le musiche sono belle. Ma quello che manca al cartone, e che me lo fa affossare, è una cosa banale e fondamentale: mordente.
Le puntate seguono due principali filoni: quelle in cui Yuuko "serve" qualcuno realizzando il suo desiderio, e quelle in cui Watanuki ha a che fare direttamente con degli spiriti. Di queste, personalmente ho tendenzialmente gradito di più le seconde, trovandole molto più interessante delle altre che, in realtà, mi sono sembrate un pò noiose, trovando per altro i clienti dei perfetti idioti, visto che spesso i loro problemi sono delle cazzate assurde che si creano senza un motivo logico. Senza contare le osservazioni finali di Yuuko, che per quanto valide, ho spesso trovate troppo generalizzanti e forzate.
Le altre invece, come ho detto prima, le ho trovate spesso più appassionanti, visto che presentano un fattore d' imprevedibilità ben maggiore, e i personaggi "spirituali" sono sempre interessanti da seguire.
Ma approfondisco il discorso sulla noia. Tale problema deriva dalla prevedibilità di certe puntate. Capito l' andazzo generale, tirerete ad indovinare su come andrà a finire, e magari ci azzeccherete. Capirete facilmente quando una persona in realtà sia uno spirito (e quel cretino di Watanuki ci arriverà sempre alla fine, e magari solo dopo che gliel' avranno detto gli altri e lui abbia rischiato di morire).
Altro fattore di luci e ombre, i personaggi. Nulla da ridire sugli occupanti del negozio, Yuuko & co., simpatici e carismatici. Ma Watanuki è un pò ambiguo, l' idea del personaggio non è male, ma caratterialmente Watanuki ha dei momenti in cui lo ucciderei a sprangate. Ogni minima minchiata, specie nelle prime puntate, secondo lui sarebbe un ottimo pretesto per urlare. Sempre. E trovo anche strano che si spaventi per ogni minima cosa quando dovrebbe essere abituato a vedere fantasmi sin da piccolo.
Ultima postilla per Himawari: è una cretina di prim' ordine!

Chiudo con le consuete critiche tecniche. Il comparto animazioni è nella media, ma lo stile grafico è piacevole, a patto di non avere problemi con dei personaggi talmente longilinei da sfiorare il grottesco. E in generale le tinte scure e cupe creano un' atmosfera dark davvero affascinante, supportata tra l' altro da delle musiche davvero valide.

In definitiva, la cosa l' avete capita. Forse la vedo troppo nera io, ma fatto sta che la prima serie di xxxHOLIC non mi ha convinto totalmente, anche perché di fatto non c'è quasi un' evoluzione dei personaggi così come della trama, che tranne che per qualche sfumatura nel rapporto tra Watanuki e Doumeki non si sposta di una virgola dal primo episodio. Sperando che la cosa si smuova con la seconda serie, raccomando la serie agli appassionati di anime a tematiche sovrannaturali, che magari riusciranno ad apprezzarlo più di me.

Voto: 7

2 commenti:

  1. Mi spiace dissentire ma contrariamente al tuo giudizio, Holic è a mio avviso un prodotto a dir poco valido. Certo, ti do ragione se ci si basa esclusivamente sulla versione animata che poco approfondisce la vera trama di questo manga ancora in corso e dove, credimi, la noia è proprio inesistente, così come la prevedibilità.
    Quanto alla tua descrizione sui personaggi, posso capire alcune cose dal momento che hai visto solo la prima serie senza mai leggere il manga, ad ogni modo ricordo che nel seguirne la trama avevo intuito diverse evoluzioni che poi sono effettivamente avvenute.
    Dico questo perchè se c'è una cosa che si capisce già da prima dello sviluppo della storia, è proprio il mistero che si cela dietro il modo di fare del protagonista, stessa cosa dicasi di Himawari che non è affatto cretina quanto sfortunata. In particolare, poi, già dalla fine della prima serie inizia a delinearsi la variazione del rapporto che lega Doumeki e Watanuki; un rapporto che evolverà in un modo che non descrivo per non rovinare la sorpresa a chi non desidera leggere gli spoiler. Mi basta dire che la loro amicizia è una delle più belle e profonde (ma non per questo non divertente) mai viste in un anime.

    RispondiElimina
  2. Guarda, vedo che molte tue considerazioni partono dal presupposto che per comprendere appieno molti caratteri dei personaggi avrei dovuto vedere la seconda serie (che comunque vedrò), ma il punto sta qui. Finora ho valutato solo ciò che offre la prima serie animata, quindi il mio giudizio è totalmente avulso da quelli che possono essere i meriti del manga e dell' anime.
    Quelle che hai letto sono state le mie impressioni, né più né meno. In generale ho trovato che i personaggi principali avessero poco mordente. Poi sai, io sono famoso per trovare deludenti anime che in giro raccolgono pareri entusiastici (quali Darker Than Blak o l' orrido Tokyo Magnitude 8.0).

    RispondiElimina

Ti potrebbe interessare:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...