mercoledì 4 gennaio 2012

Top Six Anime del 2011

Perché solo 6? Perché di decenti in quest' anno trascorsi ne ho visti solo 6!

6- Spice and Wolf



In un immaginaria Europa medievale, dominata dai grandi commercianti e dalla Chiesa cattolica, un mercante ramingo, Lawrence Kraft, accetta di accompagnare fin nel lontano nord la dea lupo Horo.

Interessantissima serie, Spice and Wolf, che rivela approfondimenti nella trama su argomenti poco comuni agli anime, quali la religione e l' economia. Forse è anche un po troppo prolisso rispetto alla media degli anime, ma ciò non toglie che sia meritevole di una visione, forte del carisma della sua protagonista.

5- Arrietty - Il mondo segreto sotto il pavimento



Arrietty vive con la sua famiglia nelle fondamenta di una casa di campagna. Essi infatti sono dei Borrowers, o dei Prendi-In-Prestito, esseri del tutto simili agli uomini meno che per la statura, essendo di fatto alti pochi centimetri. Essi vivono di ciò che trovano in natura e nella casa degli uomini, prendendo solo ciò di cui necessitano per sopravvivere.
La loro regola è quella di non farsi avvistare assolutamente dagli esseri umani, che potrebbero dargli la caccia. Ma Arrietty infrangerà questa regola quando nella casa arriverà Shoo, un ragazzino malato di cuore.

L' ultima opera dello studio Ghibli rientra perfettamente nei canoni del genere "miyazakiano", confermandosi come una delle produzioni più valide uscite nell' anno appena trascorso. L' unico appunto che mi sento di fare è rivolto non tanto ad un vero e proprio difetto, quanto da una sorta di mancanza rispetto ad altre opere dello studio, ossia l' assenza di personaggi davvero memorabili. Pur essendo caratterizzati ottimamente, nessun membro del cast a mio avviso ha le peculiarità che rendono memorabili i personaggi di altri lavori, quali Calcifer ne Il castello errante di Howl, o i pirati di Porco Rosso.

4- Star Driver



Takuto, ragazzo di quindici anni, si trasferisce in un isola del sud del Giappone, l' Isola della Croce del Sud. Diventerà ben presto popolare nella scuola del posto, e stringerà amicizia soprattutto con Sugata, membro di un antico casato, e con Wako, una della sacerdotesse dell' isola, promessi sposi.
L' isola però non è tranquilla come sembra. Essa infatti ospita l' organizzazione segreta nominata Croce Scintillante, mirante a spezzare i sigilli delle quattro sacerdotesse in modo da liberare il potere dei Cybody, colossali robot da combattimento, nel mondo reale, essendo relegati ad una dimensione parallela nominata Tempo Zero. Quello che né l' organizzazione né nessun altro poteva aspettarsi però è che anche Takuto sia uno Star Driver, ossia un pilota di Cybody.

Il festival della gioventù, come viene spesso definito nell' anime, sembra voler riassumere dentro di sé molte (se non tutte) le problematiche e le esperienze che i ragazzi vanno ad affrontare in quella fase della crescita conosciuta come adolescenza. E nel frattempo combattono con i robot.
Pregio e difetto di Star Driver è quello di mettere molta carne sul fuoco; la cosa paradossale è che l' intreccio in sé regge sorprendentemente bene, ma se si guarda nelle fondamenta si scorgono diverse falle che lasciano aperti fin troppi interrogativi, lasciando una sensazione di amaro in bocca alla fine della visione, che è comunque stata a tratti entusiasmante!

3- Nausicaa della Valle del Vento



Più di mille anni dopo un olocausto nucleare, l' umanità è sull' orlo dell' estinzione per l' espandersi incessante della Foresta Tossica, popolata da insetti giganteschi e produttrice di spore velenose. Nausicaa è la principessa della Valle del Vento, uno dei pochi luoghi incontaminati rimasti. Quando la valle verrà toccata dal conflitto tra due potenze di questo mondo devastato, la principessa dovrà farsi coraggio per salvare quel poco che è rimasto all' umanità.

Uno dei grandi classici made in Miyazaki. Probabilmente sarebbe arrivato in cima alla classifica se non fosse stato per l' orrido doppiaggio italiano, e soprattutto per il finale un pò troppo improvviso, che in una produzione del genere pesa molto di più piuttosto che in un film come il numero 2.

2- Redline



La Redline è la corsa più micidiale e attesa dell' universo. Le sue selezioni durano 5 anni e pochi sopravvivono ai suoi circuiti mortali. JP, spericolato pilota che si rifiuta di montare armi sul suo veicolo, riesce quasi per caso ad essere ammesso tra i partecipanti delle prossima gara, svolgentesi su Roboworld, pianeta per niente d' accordo col la presenza dell' evento sul suo suolo, e che farà di tutto per eliminarne i concorrenti.

Semplicemente spaccamascella, vi farà schizzare gli occhi fuori dalle orbite con la sua potenza grafica, soverchiante la deboluccia struttura narrativa. Quando si dice la vittoria dei muscoli sull' intelletto.

1- Kuuchuu Buranko



Ichiro Irabu è lo psichiatra del suo ospedale. Manco fosse Freud, seguiremo la sua cura di vari pazienti che si sottopongono ai suoi servizi, decisamente poco ortodossi.

Se Redline era i muscoli, Kuuchuu Buranko è la mente, fuori da alcun dubbio. La genialità di certe puntate è semplicemente estasiante. La caratterizzazione dei vari pazienti è ottima, rendendo interessante ogni puntata senza alcun calo, semmai con dei picchi particolari. A coronare il tutto Irabu, più folle dei suoi stessi pazienti. In mani chi ci siamo messi?! Bella domanda. L' unica certezza è che per quanto mi riguarda è questo il mio vincitore del 2011.

Premio "Occasione sprecata"- Black ★ Rock Shooter



Iniziata la Prima Media, Mato stringe da subito amicizia con Yomi, pur essendo apparentemente l' una l' opposto dell' altra. Le due diventeranno inseparabili, fino a che, arrivate al secondo anno, non finiscono in due classi diverse. Parallelamente, in una dimensione desolata, delle ragazzine armate si danno battaglia senza sosta.

Il potenziale c' era tutto. La trama? Se la saranno scordata a casa, presumo. Occasione sprecata al punto che, nonostante il voto che gli ho dato gli avrebbe permesso di entrare nella classifica dei vincitori, il pensiero della delusione complessiva gli ha fatto vincere il premio del rimpianto. Anche Highschool of the Dead sarebbe stato un candidato molto papabile per questa posizione, ma BRS mostra ben più qualità nascoste, che purtroppo sono solo abbozzate.

Premio alla merdosità-  Iron Man



Tony Stark, alias Iron Man, arriva in Giappone per dirigere la progettazione di una stazione energetica Arc. Parallelamente a questo, vara la produzione di una versione di serie della sua armatura, denominata Dio. Ben presto però dovrà fronteggiare l' organizzazione terroristica Zodiac, le cui mire interessano la sua tecnologia.

Abominevole. Credo che meriti un premio in denaro solo per essere riuscito a resistere fino alla fine della serie. Il trauma è stato tale che non ho intenzione di avvicinarmi a nessun altra serie anime che abbia a che fare col marchio Marvel. Wolverine, Blade, X-Men, VADE RETRO.

1 commento:

  1. No piano... Renato, tu lo sai che ti voglio bene come se fosse mia sorella, ma... DAVVERO TI E' PIACIUTO STAR DRIVER?

    Ne parlai(male)eoni fà e per quanto uno possa fare lo sforzo di goderselo(e oddio)per quello che è(un anime trash)alla fine dei conti Star driver è un anime mediocre con una grafica di ultimo livello(si narra di gente a cui si è imballato il lettore Dvx per l'overdose di effetti speciali).

    Gli anime che occupano le prime due posizioni invece, li recupererò con piacere.. in particolar modo è da parecchio che sento parlare di Redline.

    Se posso darti un consiglio spassionato, dai pure un occhiata a Tiger e Bunny, anime carino, ma non eclatante.
    Un occhiata la merita.

    Kamina.

    RispondiElimina

Ti potrebbe interessare:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...