venerdì 6 aprile 2012

"Written on the body", di Jeanette Winterson

E' mia personale convinzione che le differenze uomo-donna, su piani che non siano strettamente fisici, siano in realtà molto minori di quanto non si creda. Ritengo infatti che dal punto di vista psicologico ed emotivo siamo molto simili, e che quelle che vengono riconosciute comunemente come differenze siano per lo più dovute a costrutti culturali che tali le rendono.
Written on the body  (Scritto sulla pelle in italiano) sembra parare su conclusioni simili alle mie.
La voce narrante si presenta asessuata, rendendo possibile la totale identificazione con essa da parte di lettori di entrambi i sessi. Ancor di più, tutti i processi mentali del/la protagonista possono quindi essere condivisibili con chi legge; le sue idee sull' amore, il rispetto, il desiderio carnale... tutto lo spettro del relazionarsi con un altro essere umano.
Racconto pieno di sensibilità e profondità, è una lettura consigliata specie a chi si è ritrovato (o si trova tutt' ora) in situazioni sentimentali ambigue, potrebbe trovare in questo libro una valvola di sfogo catartico.

Nessun commento:

Posta un commento

Ti potrebbe interessare:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...