venerdì 23 luglio 2010

Top Ten opening degli anime

Spesso la cosa che ricordiamo con più piacere degli anime che abbiamo visto sono le sigle di apertura (e qualche volta di chiusura) di questi, specie quando li si segue alla televisione (ricordo ancora quando guardavo l' Anime Night su Mtv, quando l' inizio della sigla di apertura dell' anime di turno era il secondo più bello della settimana).
Come sempre desideroso di condividere con voi le mie esperienza, mi accingo a mostrarvi la mia personale (e sudatissima, non vi dico i tagli che ho dovuto fare) lista delle 10 sigle d' apertura e chiusura che preferisco in assoluto.

10- AFRO SAMURAI ("Afro Theme", by The Rza)


"Bella, bellissima, strafic... ops, finita!"
Si, non fosse stata per la sua brevità avrebbe ottenuto una posizione più alta, ma forse non avrebbe avuto la stessa intensità che quei 30 secondi di musica sanno dare. E poi ammettiamolo, è una delle sigle più stilose mai concepite. Il gioco d' immagini, il loro concatenarsi fluidamente (esempio: il passaggio dal sangue al fumo) la rende un piacere per l' occhio, e il cupo rap di sottofondo fa il resto.

9- SAMURAI CHAMPLOO ("Battlecry", by Nujabes & Shing02)


Grande commistione di video e musica, che testimonia fin dalla sigla la commistione di Giappone feudale e hip hop che avevano in mente i creatori. Le animazioni sono grandiose, così come le scelte cromatiche e quella delle immagini da affiancare ai protagonisti sullo sfondo.

8- DETROIT METAL CITY ("Satsugai", by Detroit Metal City)


Premessa: scandaloso che su youtube non ci sia neanche un video della sigla originale dell' anime (o se c' è, non riesco a trovarlo)! Accontentatevi di una versione realizzata per il Live Action. Ovviamente il mio commento farà riferimento alla versione animata.
Forse la sigla più grintosa in assoluto mai vista. Una di quelle capaci di farti capire cosa ti devi aspettare dall' anime che stai per vedere: violenza, volgarità, e soprattutto tanta, tantissima demenzialità.
E detto tra noi, una sigla il cui testo dice cose del tipo "Ieri ho ucciso mia madre, oggi ho ucciso mio padre, domani li stuprerò entrambi" meriterebbe il podio!

7- ELFEN LIED ("Lilium", by Kayo Konishi & Yukio Kondo)


Non chiedetemi perché, ma i quadri di Klimt mi hanno sempre trasmesso un feeling "mortifero", o più semplicemente inquietante. Saranno le scelte cromatiche, lo stile raffigurativo, ma non mi riesce difficile affiancare Klimt alla parola morte. Motivo per cui trovo particolarmente azzeccata l' idea di reinterpretare i suoi quadri per fungere da sigla d' apertura di un anime dove la morte è una presenza costante e crudele.
Punta di diamante, le liriche pseudo-gregoriane, invocanti giustizia da un dio malvagio, che forse è quello che ha condannato i protagonisti al loro destino travagliato.

6- GREAT TEACHER ONIZUKA ("Driver's High", by L'arc-en-ciel)


Ma merita pure spiegazioni? Credo che nessuno all' epoca non possa non essersi innamorato di GTO già dal primo sguardo alla sigla. La canzone è stupenda, e ancor di più lo è il video, in un grandissimo bianco e nero che mostra un cazzutissimo Onizuka. "Molto piacere!"

5- ERGO PROXY ("Kiri", by Monoral)


Grandissimo brano montato su di un altrettanto grande video. Gli autori di Ergo Proxy hanno fatto delle scelte intelligentissime per la colonna sonora, e l' opening (che tra l' altro è presente solo dopo alcune puntate dall' inizio) è solo una di queste, di sicuro una delle migliori.

4- COWBOY BEBOP ("Tank!", by Seatbelts)


Questa è a dir poco storica! Una delle sigle che più lego ai ricordi dei miei anni alle medie e d' inizio liceo, oltre che una delle sigle più geniali mai concepite.

3- DEATH NOTE ("What's up, people?", by Maximum the Hormone)


La sigla più "spaccaorbite" del mondo. Centra poco con le atmosfere per lo più riflessive dell' anime, ma è incredibile quanto si sposi bene con questo. Un video che trova la sua forza in una varietà stilistica visiva mica da ridere e in una musica che dire che spacchi sarebbe un eufemismo.

2- GANKUTSUOU - IL CONTE DI MONTECRISTO ("We were lovers", by Jean-Jacques Burnel)


Il video parla più di mille parole. Dolce amara, fa venire i lacrimoni ogni volta che la sento.

1- NEON GENESIS EVANGELION ("Cruel Angel Thesis", by Neko Oikawa, Hidetoshi Sato, Toshiyuki Omori)


Death Note era semplicemente e fantasticamente tamarra. Gankutsuou era toccante come poche. Ma questa ha un valore emotivo irraggiungibile.
Ricorderò fino alla tomba la canzone e il video, e non riesco a concepire alcuna immagine di me adolescente senza comprendere me stesso seduto davanti la televisione vedendo questa sigla. Se non l' avessi mai sentita, e se quindi non avessi mai visto Evangelion, probabilmente la mia vita sarebbe stata diversa.

A presto con la classifica delle sigle di chiusura!

Nessun commento:

Posta un commento

Ti potrebbe interessare:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...