mercoledì 11 maggio 2011

"L' uomo della sabbia", di Ernst Theodor Amadeus Hoffmann

Prima ancora di Edgar Allan Poe, fu un tedesco a spianare la strada ai racconti dell' orrore, con racconti in cui l' ambiguo, il soprannaturale, e la paura dell' ignoto si mescolano, dando vita a racconti che hanno già del gotico, anticipando lo stile del suddetto Poe, come anche del Frankenstein di Shelley, e di molti altri.

Di questi racconti, il più celebre è senza ombra di dubbio L' uomo della sabbia, colui che gioca con gli occhi degli uomini, ingannandoli e mostrandogli una realtà diversa dalla loro, ma non meno realistica. Pur non essendo un horror puro (in fin dei conti, come già detto, siamo agli albori del genere) è innegabile che la trama catturi ad un livello quasi inconscio, mostrando personaggi messi di fronte alle loro paure più primordiali e irrazionali: quelle per qualcosa che si sa esserci, ma così fumoso da dubitare che esso esista o meno.

In genere è pubblicato accompagnato da altri racconti di Hoffmann, non meno entusiasmanti, anche se magari più distaccati dalla spinta horror. Assaggiate quindi questo pezzo di letteratura tedesca cui il mondo deve moltissimo, non avrete a pentirvene.

Nessun commento:

Posta un commento

Ti potrebbe interessare:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...