sabato 9 gennaio 2010

Dico la mia: Best of 2009

Il meglio del mio 2009.

Miglior film: Qualcuno volò sul nido del cuculo

Mi sono venuti diversi nomi pensando a quale film mi abbia colpito maggiormente quest' anno. Ho voluto quindi puntare sul mio lato più checca e scegliere quello che mi ha colpito maggiormente emotivamente, e quindi commosso. La scelta è ricaduta obbligatoriamente su Qualcuno volò sul nido del cuculo. È sorprendente come mi sia ritrovato a ridere con gli internati del manicomio per i loro scherzi, e come abbia sofferto nel vedere quali metodi repressivi fossero attuati su di loro. E rimanere impassibili davanti al finale ritengo sia difficile, a meno di essere dei mostri. Ennesima dimostrazione che una cosa consigliata dalla Vasile come minimo è eccezionale.

Runner up: Gran Torino; I Love Radio Rock; Watchmen.


Miglior libro: Il giuoco dell' epidemia - Il rinoceronte - La cantatrice calva (E. Ionesco)

Qui la cosa è messa anche peggio che per i film. Troppi libri, troppi capolavori. Anche qui sarebbero tutti considerabili dei primatisti, e pur con presenze del calibro di Fight Club, ho deciso di premiare quello che è considerabile la mia personale rivelazione letteraria del 2009, Eugène Ionesco.
Il teatro dell' assurdo spoglia la realtà della sua facciata di logica e ne rivela quanto essa, per gli uomini, sia alla fine dei conti insensata e incomprensibile. Da non prendere troppo sul serio, come tutte le cose maledettamente serie. E io ci sguazzo.

Runner up: Fight Club (C. Palanyuk); 1984 (G. Orwell); Io sono leggenda (R. Matheson); I Malavoglia (G. Verga).

Miglior fumetto occidentale: Watchmen (A. Moore, D. Gibson)

Tutte le posizioni potrebbero essere occupate tranquillamente dalle opere di Moore, ma ho deciso di sacrificarne qualcuna (quale La Lega degli Straordinari Gentlemen) per dare spazio ad altro. E sono stato perfino tentato di premiare l' opera di Bilal (Nikopol), sorprendente esempio di narrativa illustrata europea, che trovo spartire molto con lo stile assurdo di Ionesco. Ma era inutile ingannarmi, il primo posto non poteva che essere conteso tra due dei più grandi rappresentanti del fumetto mondiale di sempre, opere pregne di significati, tanto che ad ogni lettura si scoprono nuovi messaggi: V per Vendetta e Watchmen. Alla fine, tra i due, ha prevalso quest' ultimo, particolarmente significativo per questo 2009, visto che gli ho dedicato il percorso d' esami di maturità.

Runner Up: V per Vendetta (A. Moore, D. Lloyd); La trilogia di Nikopol [La fiera degli immortali - La donna-trappola - Freddo equatore] (E. Bilal); Batman- Il ritorno del cavaliere oscuro (F. Miller); Ultimate Spider-man (B. M. Bendis, M. Bagley).

Miglior manga: Devilman (G. Nagai)
Qui, a dispetto di tanti ottimi manga, la vittoria è scontata. Perché mai (quasi) nessuna storia che abbia letto, visto e ascoltato, ha avuto lo stesso impatto di Devilman, un vero e proprio incubo primordiale: la lotta per la sopravvivenza, in un delirio di sangue e dilemmi etici. Solo leggendolo si può capire la portata di questa storia...

Runner up: Hellsing (K. Hirano); 20th Century Boys (N. Urasawa); Death Note (T. Ohba, T. Obata); Afro Samurai (T. Okazaki).






Migliore autore/gruppo: Philip Glass

Indescrivibile. Qualsiasi commento sarebbe un inutile esercizio retorico. Ascoltate e godete.



Runner up: System of a Down; Massive Attack; Them Crooked Vultures; Portishead.





Miglior videogioco: Il Professor Layton e il paese dei misteri - Il Professor Layton e lo scrigno di Pandora.

L' anno del DS questo! A dispetto di Batman Arkham Asylum, Bad Company e Dead Space, su 360, è stato il mio fido DS e tenermi compagnia per più tempo. E ciò che mi ha preso maggiormente sono state le due avventure del Professor Layton, che ho premiato con un parimerito al primo posto. Semplicemente fantastici!

Runner up: Castlevania- Dawn of Sorrow; Tetris DS; Wario Ware Touched!!.



Coming up: Top Ten Anime 2009!

Nessun commento:

Posta un commento

Ti potrebbe interessare:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...