domenica 19 dicembre 2010

"Scott Pilgrim", di Brian Lee O'Malley

Quello che credo essere il punto forte del fumetto è l' immedesimazione che può far provare a molti (specie maschietti, diciamolo). Tutti siamo stati un pò nerd, o abbiamo fantasticato sul mettere su una band, abbiamo avuto storie d' amore tormentate, o immaginato di avere combattimenti al limite dell' assurdo.
Anzi, diciamo che il bello di Scott Pilgrim è che, a dispetto dei 22 anni di età, sembra un adolescente nel corpo di un adulto, "congelato" in una adolescenza tardiva, fatta di amici, musica, videogiochi, ragazze, e via discorrendo.
E poi, come un fulmine a ciel sereno, ci sono i 7 malvagi ex-fidanzati. Perché per poter vantare il diritto di uscire con Ramona, sua nuova fiamma, Scott dovrò rompere il culo a tutti i suoi precedenti ragazzi, tutti molto cattivi, molto intenzionati a rovinare la vita sentimentale di Ramona, e soprattutto a fare un mazzo così a lui.
Ma la questione dei cattivoni, per quanto perno centrale della trama, per l' 80% del tempo sembra marginale. In fin dei conti i personaggi sono troppo presi dal vivere la loro vita per spendere troppo tempo a riflettere su uno scontro mortale avvenuto 5 minuti prima. C' è l' affitto da pagare!
Ad accompagnare Scott lungo le sue avventure quotidiane c' è tutto il cast di contorno, con personaggi più o meno stronzi, più o meno simpatici, tutti però che concorrono a rendere divertente la folle normalità che permea il tutto.
Certo avere una certa cultura "nerdica" aiuta a godere appieno dei riferimenti e delle citazioni videoludiche. All' occhio attento non ne sfuggiranno.
Comunque non fatevi ingannare dal fatto che certe volte sembri più un videogioco d' azione che un fumetto, Scott Pilgrim sotto la patina giocosa è una storia sulle relazioni umane. Non ci vuole troppo sforzo per vedere come la storia, se privata degli elementi più assurdi, racconti una trama semplice ma efficace su cosa significhi avere una relazione sentimentale con qualcuno (per Scott, per Ramona, ma anche per molti comprimari).
Il fumetto consta di 6 volumetti, del non indifferente prezzo di 9,90 euro. Ma personalmente credo ne valga la pena. Il mio consiglio è di leggerne due, meglio ancora tre volumetti, e poi decidere se piaccia o meno, visto che per la sua particolarità è un prodotto per molti, ma decisamente non per tutti.

Nessun commento:

Posta un commento

Ti potrebbe interessare:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...