sabato 18 dicembre 2010

"Ristorante al termine dell' universo"; di Douglas Adams

Seconda parte delle avventure dello sfigato Arthur & co. in giro per l' universo, cercando ancora quale possa esserne il significato (o meglio, la domanda al suo significato) senza forse esserne interessati troppo. In fin dei conti, che senso può avere un universo in cui bovini t' invitano a scegliere quale parte di loro preferiresti mangiare per poi andare ad uccidersi e lasciarsi cucinare?
Douglas si riconferma grande autore di quella che potrei definire "fantascienza dell' assurdo", con intrecci sempre più intricati e assurdi e osservazioni sulla vita in questo pazzo universo che toccano vette di genialità rare.
Imprescindibile la lettura del prequel per comprendere appieno i riferimenti e, ovviamente, seguire lo sviluppo della vicenda, ma molte cose sono talmente gustose che possono essere capite e gustate anche prese a sé, basta lasciarsi trasportare dal loro non sense ben poco velato, anzi, del tutto scostumato.

Nessun commento:

Posta un commento

Ti potrebbe interessare:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...