martedì 25 gennaio 2011

Il Professor Layton e il Futuro Perduto [NDS] - Recensione


Si conclude la prima trilogia della serie sul Professor Layton. La prossima sarà ambientata prima di questa, e ha visto già l' uscita del suo primo capitolo su DS (gli altri due episodi usciranno su 3DS). Certo questo poco importerà ai denigratori della saga, che dopotutto o si ama o si odia, specie alla luce del fatto che non è cambiato di molto dai tempi de Il paese dei misteri, la più grossa novità portata nel suo seguito (Lo Scrigno di Pandora), oltre al doppiaggio italiano delle voci, fu la possibilità di prendere appunti durante la risoluzione degli enigmi, cosa qui naturalmente riproposta e ancor migliorata, con la possibilità di usare più colori e dimensioni del tratto.
La volontà di aiutare il giocatore la dimostra anche l' inserimento di un suggerimento supplementare, oltre ai canonici tre, sbloccabile al prezzo di 4 monete aiuto. Effettivamente ho avuto l' impressione che la difficoltà media degli enigmi sia leggerissimamente scesa dal prequel, cosa che comunque non deve allarmare gli appassionati delle sfide, visto che i soliti enigmi dalle soluzioni arzigogolate ci sono eccome, come dimostra la solita presenza de "I rompicapi di Layton", enigmi particolarmente difficili ottenibili terminando il gioco e completando i minigiochi proposti.
Nel caso specifico i minigiochi prevedono il dover completare dei circuiti con una macchinina raccogliendo tutti gli oggetti richiesti dal caso (e con un numero limitato di mosse), il creare un percorso ad un pappagallo (a cui darete il nome) perché completi le sue consegne, e la ricostruzione di una storia di 3 libri animati, riempibili con le figurine ottenibili terminando gli enigmi. Dei piacevoli diversivi tra un enigma e l' altro, la cui varietà e qualità saprà soddisfare il palato di ogni giocatore.
Doveroso spendere due parole sulla trama, specie quando finalmente ci rivela qualcosa sul passato del Professor Layton quando non era ancora professore. Questa volta niente paese dei misteri o città occulte, scenario del gioco sarà la normalissima Londra. Questo almeno fino a che Layton e Luke non si ritroveranno nella Londra di dieci anni nel futuro, spinti lì da una lettera inviatagli dal Luke futuro. Giunti lì scopriranno che l' incidente alla presentazione della macchina del tempo, in cui sono scomparsi sia il Primo Ministro che il Professor Staingun, potrebbe non essere del tutto fine a sé stesso.
Ancora una volta la trama è supportata da dialoghi a immagini fissi, doppiati o no, e da filmati animati di alta qualità, per non parlare delle musiche che vi accompagneranno durante il gioco, come sempre superlative. Certo tecnicamente i passi avanti dal primo sono pochi o nulli, ma per il genere con cui abbiamo a che fare non se ne sente il bisogno.
La morale è sempre quella. Lo amate? Prendetelo a occhi chiusi. Lo odiate. Lassez Passer.
Grafica: 8,5
Sonoro: 9
Giocabilità: 9
Longevità: 9
Voto: 9

Nessun commento:

Posta un commento

Ti potrebbe interessare:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...