lunedì 3 gennaio 2011

Top Ten Anime 2010

Terzo appuntamento con l' annuale classifica. Via!



Nel 2046, i giovani Mikako e Noboru si vedono separati quando la prima si arruola nell' esercito per fronteggiare una razza aliena ostile, mentre il secondo continua la sua vita sulla Terra. L' unico mezzo di comunicazione che i due hanno sono i messaggi tramite telefonino, che però richiedono sempre più tempo per essere ricevuti man mano che Mikako si addentrerà nello spazio profondo. Il loro rapporto resisterà a questa dura prova?

Un piccolo gioiello, che se non fosse stata per una certa esagerazione delle cose avrebbe potuto ambire a posizioni più alte.



Per proteggere la popolazione dalle minacce paranormali, il Ministero della Difesa giapponese ha approntato una squadra di esorcisti specializzati nello sterminio dei demoni, l' "Ufficio per la prevenzione dei disastri Soprannaturali".
Membro di spicco del gruppo è Isayama Yomi, figlia adottiva di un grande esorcista, il quale deciderà di prendere in casa Tsuchimiya Kagura, rampolla di un' altra famiglia di esorcisti, recentemente rimasta orfana di madre.

Questa è stata veramente una sorpresa. Essendo solo il prequel al manga pensavo che non potesse raggiungere chissà che traguardi, ma sorprendentemente la trama era piuttosto appassionante, e i personaggi tutto sommato accattivanti, specie Yomi, il cui sviluppo è tutt' altro che scontato. Lo relego al 9° posto solo perché, per l' appunto, essendo un prequel, il finale resta molto aperto, ma ciò non toglie che la vicenda possa essere seguita piacevolmente senza leggere Ga Rei.



Lo ribadisco qui. Inutile tentare di riassumere quel pò di trama presente nel cartone, vista la sua poca consistenza e difficoltà nel seguire il filo. Lasciatevi semplicemente ammaliare dalla potenza delle immagini, e dalla trascendenza della musica.




Invitato dalla sua ex allieva Jenis Quatlane, il Professor Layton, insegnante di archeologia nonché enigmista di fama mondiale, si reca con il suo giovane allievo Luke al teatro lirico Crown Petone ad assistere ad un suo concerto.
Al termine dello spettacolo, però, si ritroveranno coinvolti con tutti gli altri spettatori in una sfida lanciata da un anonimo individuo: tutti concorreranno ad un premio che verrà vinto da un' unica persona: la vita eterna. A tutti gli altri spetta solo la morte.

Un film che riesce davvero a cogliere lo spirito della serie videoludica. Tra giocare il gioco e guardare il lungometraggio c' è poca differenza, se non che nel primo caso ci si spreme le meningi molto più attivamente.



Dopo aver sconfitto i suoi quattro generali, Simon, ormai a capo del Dai Gurren Dan, muove battaglia a Teppelin e al suo sovrano, Lord Genome, signore degli uomini-bestia.Sconfitto, questi lo avverte della minaccia che il ragazzo ha scatenato sull' umanità, una minaccia che porterà alla sua estinzione.

Con tutto che ci troviamo di fronte ad una delle peggiori commercialate, qualche succosa aggiunta lo rende davvero meritevole di visione da parte dei fan.
SUPER TENGEN TOPPA GIGA DRILL BREAKER!!!



La disperazione assedia la vita di Itoshiki Nozomu, insegnante liceale assegnato ad una nuova classe. Di natura a dir poco pessimista, basta una quisquilla a gettare Nozomu nella più profonda disperazione e portarlo a tentare il suicidio. Le cose non sembrano migliorare quando entrerà in contatto con la sua nuova classe, almeno fino a che non realizzerà che ogni suo studente presenta delle fissazioni anche peggiori delle sue!

Piacevole ventata di follia come non ne vedevo dai tempi di Detroit Metal City. Considerabile come una via di mezzo tra Great Teacher Onizuka e Welcome to the NHK, saprà regalarvi qualche risata.



Ginko di professione fa il Mushishi, ossia lo sterminatore di mushi, esseri simili agli spiriti che vivono in un piano più profondo della natura, influenzando lei e noi. Tali Mushi possono essere innocui come pericolosi, quindi Ginko viaggia costantemente da un luogo all' altro prestando i propri servigi per debellare tali minacce.

Cosa si cela dietro l' apparenza delle cose? Esiste un mondo che vive parallelamente al nostro? Mushishi dà la sua personale risposta al quesito, e lo fa con un approccio quasi contemplativo, che, anche se tradisce una certa freddezza, affascina, al prezzo di una lentezza certe volte che potrebbe scoraggiare alcuni.



La vita di tutti i giorni di quattro liceali, divise tra studio, lavoro, famiglia, manga, e tanto altro ancora.

Brioso, divertente, interessante, e dannatamente otaku! Lucky Star è come dovrebbero essere più o meno tutti gli anime, con personaggi carismatici e che non annoiano mai. Quasi tarantiniano nel racconto, visto che, come ci ha abituato il meglio del succitato regista (Pulp Fiction), pochi sono in grado di costruire storie sul niente e renderle interessanti. Vi sorprenderà quanto possa essere avvincente una discussione sul come mangiare una brioche alla crema.



OZ è il social network più esteso che si possa concepire. Chiunque al mondo ha un profilo.Al suo interno si può fare qualsiasi cosa, dal passatempo al lavoro professionale, tanto che si può dire che la vita di tutti i giorni dipenda dai meccanismi di quello che è più di una semplice alternativa a Facebook.
E come tutti, anche Kenji Koiso, liceale con un uno spiccato acume per la matematica, ha un account in OZ, e ci lavora, per di più. Ma quando gli viene offerto di accompagnare la senpai Natsuki Shinohara in viaggio non ci pensa due volte. Arrivata nella sua casa di famiglia, avrà a che fare con i suoi esuberanti familiari, e l' estate sarà più calda che mai.

Il mio giudizio su questo film ha avuto delle fasi altalenanti. Dopo un entusiasmo iniziale, come dimostra la recensione, ho avuto una fase di calata quando realizzai le molte somiglianze della trama col film dei Digimon , con cui condivide il regista (o almeno, con la sua prima metà, essendo costituito in realtà da due corti), cosa che me lo fece considerare come poco più di un clone.
Ma poi, pensandoci a mente fredda, un paio di considerazioni mi hanno fatto ricredere sulla bontà del progetto. Innanzitutto, questo non sarebbe il primo e di certo non il più clamoroso caso di riciclo di idee (alcuni hanno fatto ben di peggio, vi prego di tornare alla posizione 6); oltretutto, degli spunti simili sono stati sfruttati per raccontare due storie piuttosto diverse, visto che qui, oltre alla questione del collasso di internet, c' è tutto il contesto del mondo reale che è quello che dà veramente il peso della trama. Complimenti quindi!




In un mondo sommerso dalle acque un anziano vive e sopravvive innalzando la propria casa di pari passo col crescere del livello del male. Seppelliti sotto tonnellate d' acqua sono oggetti e ricordi.

Difficile trovare parole che non abbia già usato per descrivere la bellezza di questo corto.
Rilassatevi e godetevelo, è proprio qui sopra.


Premio "Poteva farcela": xxxHOLIC


Watanuki ha il potere di vedere gli spiriti, nonché d' interagire con loro. Ma tale abilità non lo rende felice, poiché è costantemente perseguitato da qualsiasi entità sovrannaturale nei paraggi.
Un giorno, però, si sente attratto irresistibilmente da un' antica casa, dove viene accolto da Yuuko, sensitiva che accetta di liberarlo dal suo "dono" in cambio della sua servitù. Così Watanuki si ritrova a lavorare come governante nel suo negozio, specializzato nell' esaudire i desideri delle persone.

Come per Mushishi, anche qui si parla di un aspetto del mondo celato ai nostri occhi ma che interagisce pienamente con noi stessi, nel caso specifico tutta una serie di spiriti, spesso provenienti dalla mitologia giapponese. A fronte di tante potenzialità inespresse come un contesto affascinante e alcune puntate decisamente avvincenti, cosa manca a xxxHOLIC per esser finito nella serie dei miei personali "tutto sommato peccato"?
Fondamentalmente, un cast di protagonisti che non generasse noia e odio...

2 commenti:

  1. Grazie a te, scrivo pezzi del genere proprio per suggerire gli anime agli appassionati.

    RispondiElimina

Ti potrebbe interessare:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...